D.L. 79/2018. Dalla proroga nasce un’opportunità: altri 6 mesi per trovare il servizio di fatturazione elettronica B2B ideale

Ragazzo che guarda attraverso un telescopio

GetYourBill tra i primi software adottati nel settore della distribuzione di carburanti

Il Decreto Legge 79/2018 posticipa a gennaio 2019 l’entrata in obbligo della fatturazione elettronica per il settore carburanti presso la stazione di rifornimento. Fino a tale data, l’uso della scheda carburante per documentare gli acquisti è ancora ammesso, mentre la scelta di emettere fattura elettronica è facoltativa.

In questo scenario ibrido, le stazioni di rifornimento più lungimiranti hanno scelto di fare un balzo in avanti verso la digitalizzazione, approfittando di questi mesi per testare le soluzioni (poche!) che il mercato offre e impiegare quella più in linea con le proprie esigenze.

Sul banco di prova, anche GetYourBill: le prime a scegliere il servizio per la fatturazione istantanea ideato da Ultroneo sono state le stazioni di rifornimento facenti parte della GDO dei carburanti, capofila nel mandare in soffitta la scheda carburante.

L’adozione di GetYourBill da parte di alcuni dei big del mercato conferma la credibilità del prodotto, caratterizzato da una user interface intuitiva e dalla velocità di compilazione ed emissione della “pre-fattura”, cioè il file in formato XML, che deve ancora passare i controlli di verifica del Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate.

Ma i vantaggi vanno oltre: dal portale web di GetYourBill, infatti, ogni utente registrato può conservare e gestire le proprie fatture in cloud e monitorare lo stato di trasformazione della “pre-fattura” in fattura elettronica, permettendogli di intervenire in caso di errori. Per i gestori la spesa per il servizio è minima, mentre per gli acquirenti non è previsto alcun costo.

Abbiamo parlato di produzione di una “pre-fattura”. GetYourBill, nel processo di fatturazione elettronica, opera in questo primo stadio; lo step successivo prevede l’intervento di un intermediario, cioè di un ente accreditato, che ogni azienda dovrà designare per obbligo di legge, indipendentemente dall’uso di GetYourBill. L’intermediario garantisce il rispetto delle direttive AgID per la gestione del ciclo attivo/passivo della fattura elettronica e il processo di conservazione a norma: è l’intermediario a “comunicare” con il SdI e a inviargli il file XML.


Procedura di emissione della fattura elettronica Processo di creazione della fattura elettronica

Per venire incontro ai propri utenti, GetYourBill può suggerire un intermediario grazie alla propria consolidata rete di partner del settore. Il servizio di fatturazione è compatibile sia nel caso in cui l’intermediario sia suggerito da GetYourBill, sia che ne venga scelto uno di propria fiducia.

Siamo pronti per il gennaio 2019? Certo!

Dal 1° gennaio 2019, l’obbligo di fatturazione elettronica viene esteso a tutte le aziende.
Grazie ad anni di ricerca e di esperienza nell’ottimizzazione delle procedure digitali e contabili, GetYourBill è pronto già da ora ad affiancare ogni impresa in questa opportunità di sviluppo e di snellimento burocratico.


Come funziona la fattura elettronica con GetYourBill? Scoprilo!