Fattura Elettronica - prospetto codici errore

Quali sono i più frequenti e come risolverli?

Tabella dei Codici Errore frequenti nell'emissione della fattura elettronica
Scarica la tabella dei Codici Errore

Dal 30 luglio 2019 l’Agenzia delle Entrate sta effettuando dei controlli sul corretto invio dei dati inseriti nelle fatture elettroniche. In caso di errore, il documento può essere rifiutato, costringendoti alla correzione e a un nuovo invio della fattura.

I nuovi controlli sul file xml della fattura elettronica stanno segnalando in particolare i seguenti errori:

  • Errato utilizzo del codice destinatario “???????” (codice errore: 00311)
  • Incoerenza di Partita IVA e Codice Fiscale (se entrambi presenti) sia per il cedente/prestatore (codice errore: 00320) che per il cessionario/committente (codice errore: 00324)
  • Scorretta valorizzazione del Codice Fiscale, sia per il cedente/prestatore sia per il cessionario/committente, nei casi in cui la Partita IVA sia quella di un gruppo IVA (codici errore: 00321, 00322, 00325 e 00326)
  • Nei casi di autofattura, in cui la Partita IVA del cedente/prestatore sia cessata da più di 5 anni (codice errore: 00323)
  • L’indirizzo PEC indicato nel campo “PECDestinatario” non corrisponde a una casella PEC del SdI (codice errore: 00330)

Errata gestione degli arrotondamenti sugli sconti (codice errore: 00423)

L’errore che risulta maggiormente riscontrato tra gli operatori, sembra essere quello relativo alla mancanza di coerenza tra Partita IVA e Codice Fiscale.

In questo caso, se nell’anagrafica del fornitore o del cliente sono compilate sia la Partita IVA sia il Codice Fiscale, il Sistema di Interscambio (SdI) verifica sia la correttezza dei dati, che la corrispondenza esatta tra il dato della Partita IVA e quello del Codice Fiscale registrati all’Agenzia delle Entrate.

Nel caso di errore la fattura verrà scartata e si dovrà ricompilare il Codice Fiscale correttamente (al cliente va richiesto il Codice Fiscale registrato all’Agenzia delle Entrate) e inviare nuovamente la fattura al SdI.

Anche se alcuni errori sembrano difficilmente prevenibili in fase di emissione della fattura, un po’ più di attenzione (e tabella errori alla mano) potrà risparmiarci diversi grattacapi.

GetYourBill ha sviluppato sistemi automatici di correzione degli errori più comuni. Con il pacchetto GetYourBill+ l’esercente acquista funzioni di correzione automatica, che snelliscono l’attività amministrativa e riducono il numero di fatture in errore.
Qualora l’esercente fosse interessato a queste funzionalità può contattare GetYourBill compilando l’apposito form.